Turismo tra l'immondizia!

Vuoi aprire gli occhi su come stanno veramente le cose?

FAI UN POCO DI TURISMO TRA LA DIFFERENZIATA IN CITTÀ!

Molto interessante, ogni tanto, ritagliarsi una mezz'oretta di tempo libero per fare del turismo tra i cassonetti del sistema di raccolta della differenziata che la politica del Comune e soprattutto alcuni personaggi, tra i politici/amministratori, ha inteso organizzarla a beneficio (!) di noi cittadini.

Non c'è bisogno di allontanarsi tanto dalla propria residenza, perché il male di cui soffre la città è dappertutto il medesimo, per constatare che il sistema fa acqua da tutte le parti.

Aldilà di ogni possibile speculazione politica di parte, solo agli occhi di chi ha voluto questo metodo e a quelli che ad ogni costo, per motivi politici non vogliono vedere la realtà, non appare in tutta la sua inefficienza che questo tipo di raccolta urbana dei rifiuti, ha peggioralo lo stato igienico della città, facendo in modo che una parte consistente dei suddetti rifiuti, di quelli che potevano vedersi smaltiti con il vecchio sistema, venissero ogni giorno abbandonati ad imbrattare le vie urbane.

Che dire poi della cecità, voluta o non voluta della stessa politica comunale e di quella della azienda partecipata che, cercando di porre rimedio a questa palese mancanza di efficienza del sistema, ha inteso istituire un corpo di vigilanza e delle odiosissime "telecamere-spia", per "beccare" (e fare cassa per il Comune) chi, di noi cittadini, non fa il proprio dovere, non avendo neanche lontanamente il sentore che questo tipo di controllo non risolverà alcunché perché quello che questi cittadini, poco coscienti del proprio ruolo, lasciano abbandonato è la minima parte dei rifiuti che si trovano fuori dai cassonetti dedicati condominiali.

Controllare chi non fa il suo dovere? È estremamente giusto ma c'è, a questo punto, la necessità di farsi una domanda: come possono fare, se ne hanno veramente l'intenzione, di controllare tutti i soggetti, da cui vengono abbandonati la maggior parte dei rifiuti che imbrattano? Perché sono chi è poco visibile alle autorità e cioè gli irregolari, i senza tetto, in effetti coloro che vivono all'ombra della società (forse una condizione neanche per loro colpa) i maggiori fautori di questo stato di cose!

Bottiglie e lattine di birra e di vino sparse per tutta Perugia, specialmente nei posti periferici maggiormente bazzicati da questi soggetti, si trovano tutti i giorni lasciate lì e che nessuno raccoglie quotidianamente, a testimonianza del fatto che, nell'organizzare il servizio raccolta rifiuti, nessuno ha pensato il modo di provvedere a questa necessità igienica!

Non si pretende la perfezione ma l'efficienza si!

Non è più accettabile che, per gli sbagli di chi amministra, debbano essere sempre i cittadini a farne le spese!

Perugia 27 novembre 2018                 

                                                    (GUARDA IL VIDEO)