Il pifferaio magico

Una pagina semplice ma dove...

...c'è sempre un articolo interessante!


 CALENDA: I PREDATORI DELLA POLITICA PERDUTA!

Il problema, che diventa per chi si mette a fare politica una necessità assoluta, non è tanto il fatto di essere conosciuti o meno: attraverso i Social, se si sanno muovere, di possibilità ce ne sono una infinità, ma essere il più originale possibile; il che si traduce, in definitiva, a distinguersi, nelle scelte, da tutti gli altri!

Se ci pensate bene non è una cosa di poco conto e per poter essere più originali della concorrenza (politica) prendono delle decisioni e delle strade che, il più delle volte (o quasi sempre), non sono per nulla adeguate alle esigenze della gente che pretendono di amministrare.

Questa purtroppo è la realtà che i nostri politici ci fanno vivere e il povero Fantozzi (tutti noi cittadini) subisce ancora! (clicca per leggere)


Ci ritorna sempre in mente la necessità di farci questa domanda: quale animale si aggira nei corridoi di Palazzo dei Priori

IL GATTOPARDO O IL GIAGUARO?

Sicuramente in questi lunghi anni che la Giunta Andrea Romizi è in carica ci è dato di assistere ad una grande movimentazione di problematiche secondarie che danno l'impressione di una volontà politica (dei nostri politici/amministratori comunali) di risolvere problemi fondamentali della nostra città quando, invece, quelli veramente, necessari al benessere reale dei cittadini, che dovrebbero essere i primi a dover trovare una adeguata ed immediata soluzione; come la sicurezza sociale, il degrado e l'incuria dei vari quartieri, la sistemazione reale del verde pubblico (e non quello della politica di facciata) per permettere una corretta fruibilità degli stessi, resteranno inesorabilmente al "palo" di partenza.

Si, in effetti ad essere sinceri, qualcosina ogni tanto si vede che esce fuori dal cestino dei problemi persi della città come, per esempio, l'inaugurazione del capo sportivo e del CVA di Ponte Pattoli avvenuto nella tarda mattinata del 20 aprile e come si vedrà il 22 dello stesso mese per l'occasione della manifestazione per la rimessa a nuovo della piazza Puletti (proprio difronte all'Università per stranieri).

Di progetti per il futuro questa mattina, nei loro discorsi, ne hanno fatti parecchi ed anche interessanti, ma il realizzarli è tutto un altro paio di maniche e chi vivrà vedrà (come si suol dire).

Ma, in effetti, per vederci chiaro ci dovremmo fermare un attimo a riflettere sulla realtà in torno a noi perché solo allora ci si potrà vedere, con chiarezza, come la politica che dovrebbe essere fatta per il benessere di tutti, è solo ossigeno per pochi e non sta onorando la consegna dei cittadini che li hanno votati!

A noi, "cittadini senza partito", ma con problemi grandi e veri che ci soffiano vento freddo nel collo, interessa risolverli veramente questi problemi e le alchimie fatte a palazzo tra partiti politici, movimenti vari o coalizioni, che sembrano siano realizzate attraverso il bilancino del farmacista per non turbare quegli equilibri necessari per restare a galla onde realizzare i propri obbiettivi, nel mare in tempesta delle varie ideologie politiche, non ce ne può fregare di meno.

Pensiamoci bene e domandiamoci: quanti e quali soggetti politici, assessori della Giunta e consiglieri del Consiglio a prescindere dalla loro appartenenza politica, fino ad ora si stiano veramente dando da fare, sudando e andando all'occorrenza contro tutti, per realizzare qualche obbiettivo che sia favorevole e porti un vero benessere alla collettività intera? Sinceramente non se ne possono trovare molti(!)

Tutti impegni che assomigliano, come ho scritto in altri articoli, a discussioni ed interessi "salottieri" che sembrano fatti, più che per togliere di mezzo problematiche fastidiose, solo per passare il tempo tutti insieme in allegria, mangiando un pasticcino sorseggiando tè e, nel contempo, tenere "a cuccia" noi cittadini, dicendoci che tutto va bene e non dobbiamo avere timori di sorta perché c'è chi pensa a noi!

Visti come vanno gli andazzi dei confronti tra i vari partiti, in Consiglio, da qualche anno a questa parte (maggiormente accentuati ora che c'è la prospettiva e la necessità di essere i primi dalla classe per l'arrivo delle nuove votazioni), c'è da domandarsi che tipo di sentiero si vogliono aprire, a colpi di machete, nella foresta della politica comunale le varie fazioni politiche.

Se è un sentiero a favore del benessere della collettività o un sentiero per neutralizzare le rispettive controparti?!?!

Ed ecco le motivazioni che inducono a formularci le domande che dà il titolo a questo articolo: che tipo di animale c'è a Palazzo dei Priori? Il gattopardo o il giaguaro?